La rottura delle membrane pretermine pre-travaglio vicino al termine è associata a un aumentato rischio di infezione neonatale, ma il parto immediato è associato al rischio di prematurità. L'equilib ...


Il rapporto tra tirosina chinasi 1 solubile fms-like ( sFlt-1 ) e il fattore di crescita placentare ( PlGF ) è elevato nelle donne in gravidanza prima della manifestazione clinica della preeclampsia, ...


Uno studio ha mostrato che le donne in gravidanza con elevati livelli di ferritina sierica sono ad aumentato rischio di sviluppare il diabete gestazionale. Su 3.776 donne australiane sono stati ana ...


I dati sugli esiti a lungo termine dei bambini che sono esposti a tumore materno con o senza trattamento durante la gravidanza sono limitati. In uno studio caso-controllo multicentrico, sono stati ...


L'associazione tra inibitori della ricaptazione della serotonina ( SSRI ), uso di antidepressivi selettivi durante la gravidanza e rischio di ipertensione polmonare persistente del neonato ( PPHN ) è ...


Ci sono poche evidenze per guidare la gestione delle donne con disturbi ipertensivi in gravidanza pretermine tardiva. È stato studiato l'effetto del parto immediato, rispetto al monitoraggio in atte ...


Il tromboembolismo venoso post-partum ( VTE ) è un evento potenzialmente fatale e prevenibile che porta a morbilità sostanziale a breve e lungo termine. Si è valutato se il parto di neonati a termin ...


Gli effetti di un controllo meno stretto rispetto a un controllo stretto della ipertensione sulle complicanze della gravidanza non sono ben definiti. È stato eseguito uno studio in aperto multicent ...


Lo studio SNAP ( Smoking and Nicotine in Pregnancy ) ha confrontato i cerotti per la terapia sostitutiva della Nicotina ( NRT ) con il placebo nelle fumatrici in stato di gravidanza; sebbene la terapi ...


La somministrazione di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) a basso dosaggio avviata pre-concepimento potrebbe influenzare positivamente l'esito della gravidanza, ma questa possibilità non è stata adeg ...


Il Litio ( Carbolithium ) assunto durante il primo trimestre di gravidanza sembra aumentare il rischio di anomalie cardiovascolari nei neonati, anche se alcune di queste anomalie si risolvono spontane ...


Haemophilus influenzae non-capsulato provoca spesso infezioni del tratto respiratorio superiore non-invasive nei bambini, ma può anche causare la malattia invasiva, soprattutto negli anziani. Numero ...


È stata effettuata una valutazione accurata delle complicanze della gravidanza nelle donne con ipertensione cronica, con un confronto dei dati sulla gravidanza nella popolazione statunitense, per migl ...


L’evidenza suggerisce che l'obesità materna aumenta il rischio di morte fetale, di nati morti e di mortalità infantile; tuttavia, l'indice di massa corporea ( BMI ) ottimale per la prevenzione non è n ...


L'incidenza di esiti di gravidanza in donne con trombofilia costitutiva è incerta. Sono state osservate nello studio NOH-APS donne senza alcuna storia di eventi trombotici ( non-trombotici ) che aveva ...


Sebbene le neoplasie mieloproliferative Philadelphia-negative si verifichino di solito dalla mezza età all’età avanzata, qualsiasi fascia di età può essere colpita, rappresentando una sfida durante la ...


Gli eventi cardiovascolari ( ictus o infarto miocardico ) sono spesso associati a prognosi peggiore negli individui più giovani rispetto a quelli più anziani. Sono state esaminate le associazioni tr ...


Le donne in stato di gravidanza con malattia cardiaca congenita ( CHD ) sono suscettibili a complicanze cardiovascolari, ostetriche e complicanze della prole. Nelle donne con malattia cardiaca conge ...


È stato stimato il rischio di embolia polmonare e di tromboembolia venosa nelle donne in gravidanza dopo fecondazione in vitro. In Svezia, sono state selezionate 23.498 donne che avevano partorito ...


Alcuni studi hanno sollevato dubbi su una associazione tra uso di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) durante la gravidanza e l’aumento del rischio di disturbo dello spett ...


I disturbi ipertensivi della gravidanza sono una delle principali cause di morte e invalidità per le donne incinte e i loro bambini. La diagnosi di preeclampsia mediante pressione sanguigna e proteinu ...


In donne con una gravidanza multipla, il parto spontaneo pretermine è la principale causa di morbilità e mortalità perinatale.Gli interventi per ridurre i parti pretermine in questo gruppo di donne no ...


Le indagini di routine per aborti ricorrenti includono misurazioni degli anticorpi antifosfolipidi, sapendo che l’anticoagulante lupico è prevalente in questa popolazione a rischio.Sono stati esaminat ...


Sono stati stimati i rischi di esiti negativi della gravidanza associati a sanguinamento vaginale precoce nelle gravidanze gemellari.In uno studio retrospettivo di coorte di gravidanze gemellari sotto ...


Lo stato materno di vitamina D in gravidanza è stato proposto come determinante del contenuto minerale osseo nella discendenza, ma è stato valutato solo in studi di piccole dimensioni.L’associazione è ...


Sono stati analizzati i tassi di eventi ed esiti avversi significativi nelle donne che hanno subito un aborto medico nel 2009 e 2010 per identificare i cambiamenti nei tassi di eventi ed esiti avversi ...


È stata valutata l'associazione tra aborto spontaneo e prescrizione di vaccino per l'influenza con uno studio caso-controllo utilizzando i dati provenienti da sei organizzazioni di assistenza sanitari ...


Sono stati analizzati gli esiti di gravidanza in donne giovani con adenocarcinoma endometrioide dell'utero in stadio IA, grado 1 dopo il successo del trattamento risparmiante la fertilità con progesti ...


È stata determinata la relazione tra modalità di parto e gravi esiti neonatali avversi nei neonati nati cefalici, singoli, a termine.È stato effettuato uno studio di 10 anni su 64.555 neonati a termin ...


È stato valutato il contributo indipendente dei fattori di rischio sviluppatisi durante la gravidanza in rapporto al conseguente rischio di obesità nei bambini piccoli.È stato condotto uno studio di c ...


È stato valutato in che misura l'incontinenza fecale post-partum sia meno comune nelle donne che hanno avuto un parto cesareo e più comune nelle donne che hanno avuto un parto vaginale strumentale ris ...


È stato verificato in uno studio se vi sia associazione tra episiotomia, lacerazione perineale, parto strumentale e disturbi del pavimento pelvico dopo il parto vaginale.È stata eseguita un'analisi de ...


E’ stata compiuta una ricerca per determinare il carico di malattia tardiva associato a nascita pretermine moderata / tardiva ( 32-36 settimane ) e nascita a termine precoce ( 37-38 settimane ).È stat ...


La conoscenza degli effetti della esposizione a nuovi antipsicotici durante la gravidanza è limitata. Uno studio di coorte basato sulla popolazione ha studiato gli effetti del consumo materno di farma ...


Le donne in età fertile sono circa il 25% dei pazienti con trombosi della vena porta non-associata a cirrosi. È stato valutato l’esito materno e fetale nelle donne in gravidanza con trombosi della ven ...


In questa analisi secondaria di uno studio prospettico prenatale basato sulla popolazione, in cui sono stati misurati gli analiti sierici di funzionalità della tiroide nel periodo 2000-2003, &e ...


Uno studio ha cercato di stimare il rischio di rottura uterina associato a induzione del travaglio in donne già sottoposte a parto cesareo ( TOLAC ) in base alla durata del travaglio.Questo era ...


L'incidenza di trombosi nella sindrome da anticorpi antifosfolipidi nella forma puramente ostetrica è incerta.È stato eseguito uno studio osservazionale della durata di 10 anni su 1.592 ...


La gestione attiva del terzo stadio del travaglio riduce il rischio di emorragia post-partum.È stato condotto uno studio per valutare se la trazione controllata del cordone possa essere omessa ...


Le indicazioni per la chemioterapia nella malattia trofoblastica gestazionale includono un aumento della concentrazione di gonadotropina corionica ( hCG ) 6 mesi dopo l’evacuazione uterina della mola ...


Lo studio randomizzato e controllato ROLO si è posto l’obiettivo di determinare se una dieta a basso indice glicemico in gravidanza sia in grado di ridurre l'incidenza di macrosomia in un gruppo a ris ...


La nascita di un bambino morto colpisce 1 gravidanza su 160 negli Stati Uniti, dato uguale al numero di decessi in neonati per ciascun anno e i tassi sono più elevati di quelli che si registran ...


I bambini nati morti rappresentano circa la metà dei decessi registrati negli Stati Uniti tra le 20 settimane di gestazione e 1 anno di vita e la maggior parte degli studi di ampie dimensioni s ...


Per valutare l'associazione tra sovrappeso ed obesità materna sulle complicanze durante la gravidanza e il parto in Danimarca, è stato elaborato uno studio basato sulla popolazione su un ...


Le prime settimane dopo il parto sono un periodo critico per la madre e il neonato. Le donne si possono presentare con insufficiente lattazione e depressione post-partum.Non è chiara la relazio ...


Sono state confrontate la sicurezza e l'efficacia dell’aborto praticato per anomalie fetali o morte fetale durante il secondo trimestre mediante dilatazione ed espulsione o con induzione del tra ...


La prevalenza di disturbi dello spettro autistico è aumentata negli ultimi anni. Anche l'uso di farmaci antidepressivi durante la gravidanza ha mostrato un aumento negli ultimi decenni, provocando la ...


E' stata condotta una revisione sistematica della letteratura e una meta-analisi di studi randomizzati e controllati per esaminare se il trattamento della malattia parodontale con pulizia sottogengiva ...


E' stato valutato l'effetto del tasso di aumento di peso nel secondo e terzo trimestre di gestazione sugli esiti della gravidanza, utilizzando le lineeguida riviste dell'Institute of Medicine ( IOM ). ...


E' stato elaborato uno studio randomizzato controllato per studiare gli effetti della chiusura ritardata del cordone ombelicale, rispetto a una chiusura più precoce, sui livelli di ferro in neonati a ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer