Xagena Mappa
Tumore Ovaie
Tumore Mammella
OncoGinecologia

Ossitocina nella vena ombelicale per il trattamento della placenta ritenuta


La placenta ritenuta è associata a emorragia post-partum.
La meta-analisi ha suggerito che l'iniezione ombelicale di Ossitocina potrebbe aumentare l'espulsione della placenta senza bisogno di chirurgia o anestesia.

Un gruppo di ricercatori del Regno Unito ha valutato l'effetto di un'alta dose di Ossitocina nella vena ombelicale come trattamento per la placenta ritenuta.

In uno studio in doppio cieco, placebo-controllato, donne stabili dal punto di vista emodinamico con placenta ritenuta per più di 30 minuti sono state reclutate in 13 Centri in Regno Unito, Uganda e Pakistan.

In totale, 577 donne sono state assegnate in maniera casuale a 30 mL di soluzione salina contenente 50 UI di Ossitocina ( n=292 ) oppure 5 mL di acqua ( n=285 ) che è stata iniettata nella placenta attraverso un catetere venoso ombelicale.

Tutte le persone arruolate, gli addetti allo studio e coloro che gestivano i dati erano in cieco rispetto alla collocazione delle partecipanti ai gruppi.

L'esito primario era il bisogno di rimozione manuale della placenta e l'analisi è stata intention-to-treat.

L'esito primario è stato registrato per tutte le partecipanti.

Non sono state osservate differenze tra i gruppi per quanto riguarda il bisogno di rimozione manuale della placenta ( Ossitocina 61.3% vs placebo 62.1%; rischio relativo, RR=0.98; p=0.84 ).

Il bisogno di rimozione manuale della placenta è risultato più alto nel Regno Unito ( 69% ) che in Uganda ( 47% ) o Pakistan ( 62% ).

Gli eventi avversi non sono risultati diversi tra i 2 gruppi.

In conclusione, l'Ossitocina per via ombelicale non ha effetto clinicamente significativi sul bisogno di rimozione manuale per donne con placenta ritenuta. ( Xagena2010 )

Weeks AD et al, Lancet 2010; 375: 141-147


Gyne2010 Farma2010


Indietro