Xagena Mappa
Tumore Ovaie
OncoGinecologia
Tumore Mammella

Parto pretermine e rischio a lungo termine di ictus nelle donne


L'ictus ha un alto carico di malattia nelle donne e gli esiti avversi della gravidanza sono stati identificati come importanti fattori di rischio per l'ictus più avanti nella vita.

Tuttavia, non sono chiari i rischi a lungo termine di ictus associati al parto pretermine e se tali rischi siano attribuibili a confusione familiare.
Questa conoscenza è necessaria per migliorare la valutazione del rischio a lungo termine e la prevenzione dell'ictus nelle donne.

È stato condotto uno studio di coorte nazionale su tutte le 2.188.043 donne con un parto singolo in Svezia dal 1973 al 2015 che sono state seguite per l'ictus identificato dalle diagnosi nazionali fino al 2015.
Sono stati calcolati gli hazard ratio aggiustati ( aHR ) per l'ictus associato con la durata della gravidanza, e sono state valutate analisi per i fattori confondenti derivanti da fattori familiari genetici o ambientali condivisi.

In 48.0 milioni di anni-persona di follow-up, a 36.372 donne ( 1.7% ) è stato diagnosticato un ictus.
Nei 10 anni successivi al parto, l'hazard ratio aggiustato per l'ictus associato a parto pretermine ( età gestazionale inferiore a 37 settimane ) è stato pari a 1.61 e ulteriormente stratificato è stato pari a 2.81 per parto estremamente pretermine ( 22-27 settimane ), 2.07 per parto molto pretermine ( 28-33 settimane ), 1.38 per parto pretermine tardivo ( 34-36 settimane ) e 1.15 per parto precoce ( 37-38 settimane ), rispetto al parto a termine ( 39-41 settimane ).

Questi rischi sono rimasti similmente elevati da 10 a 19 anni dopo il parto ( pretermine rispetto al parto a termine: aHR, 1.61 ) e poi sono diminuiti ma sono rimasti significativamente elevati a 20-29 anni ( aHR, 1.35 ) e da 30 a 43 anni ( aHR, 1.35 ).

Il parto pretermine è stato associato a ictus emorragico ( aHR, 1.31 ) e ischemico ( aHR, 1.54 ) durante l'intero periodo di follow-up ( fino a 43 anni ).

Questi risultati non sono stati spiegati da determinanti condivisi di parto pretermine e ictus all'interno delle famiglie.
I rischi di ictus sono stati più alti dopo un parto pretermine spontaneo o indicato dal punto di vista medico e il parto pretermine ricorrente è stato associato a ulteriori aumenti del rischio.

In questa ampia coorte nazionale, il parto pretermine è stato associato a maggiori rischi futuri di ictus sia emorragico che ischemico.
Queste associazioni sono rimaste sostanzialmente elevate almeno 40 anni dopo e sono state ampiamente indipendenti da covariate e fattori familiari condivisi.
Il parto pretermine dovrebbe essere riconosciuto come un fattore di rischio per l'ictus nelle donne nel corso della vita. ( Xagena2021 )

Crump C et al, Circulation 2021; 143: 2032-2044

Gyne2021 Neuro2021



Indietro